sabato 11 novembre 2017

da Eden a Greenpeace

Data : 10 novembre 2017
Ancoraggio : Caletta Greenpeace
Posizione : 49 48.3000 S 074 18.5500 W
Miglia oggi : 16
Ancoraggi fatti : 27
Vento forza : 6/7
Direzione vento : N/NE
Giorni in navigazione : 55
By Angelo
Contavamo di poter fare dei buoni rifornimenti a Puerto Eden…ma cosi'non e'andata.Gasolio neppure una goccia, cambusa , trovati solo due cavoli capucci grossi come due palloni da calcio…ma cosa ci mettono dentro ? Patate, cipolle e un po'di mele verdi …come fresco niente di piu'. Gas …sembriamo ormai I bombolari ambulanti, abbiamo a bordo , una bombola da 10 kg argentina che eravamo riusciti a far caricare a Puerto Montt…ma ora e'finita.Abbiamo una bombola cilena da 5 kg, acquistata a Puerto Chacabuco che pensavamo di poter cambiare a Puerto Eden …ma niente da fare, e ormai finira'.Abbiamo poi due bombole di alluminio con attacco italiano da 6 kg…fortunatamente piene,e altre due bombole della camping gas da 3.5 kg anche loro piene.Naturalmente abbiamo anche 4 diversi regolatori da intercambiare alla bisogna , staccando tubi ecc..Naturalmente la bombola normalmente finisce o in navigazione o all'ancora mentre viene giu'il diluvio universale spazzati da venti catabatici.
E va beh, visto la carenza di tutto meglio pedalare …possibilmente a vela visto la carenza di gasolio, altri 700 miglia prima di ritrovare un posto civilizzato con supermercati e distributore.Oggi previsione forza 6/7 da nord/ nordest…via che si va' .Usiamo solo il genoa essendo andature da gran lasco e poppa, in piu'tra canali canaletti valloni e fiordi con catabatici e'mica facile anche solo col genoa.Nei canali grandi riusciamo a farlo portare al 150% e si fila a 7/8 nodi, il problema quando si passa dai canali piu'stretti o ci si interseca con un altro canale.Per esempio verso mezzogiorno andavamo molto bene nel Canale Grapple , tutto genoa , 6/7 nodi io al timone, Antonella di sotto a preparare uno dei suoi magnifici risotti …non so'come faccia anche in navigazione.Nei pressi del Paso Charteris , nella congiunzione col Canale Icy …bang 45 nodi al traverso…almeno quelli che sono riuscito a leggere prima di lanciarmi sulla scotta del genoa e lascare completamente, mentre chiamavo Antonella su…perche'senza vela intanto derivevamo verso le rocce di dritta.Riesco a rollare I genoa a fiocco , giu'deriva e piano piano riprendiamo la rotta…il risotto ..in stand-by.Immessi nel canale Icy …un marasma di onde che non si capiva nulla, perche'il vento si incanala dapertutto e crea onde confuse, la fame e'brutta e ci siamo mangiati il magnifico risotto anche con la barca in lavatrice.
Giriamo l'angolo del Canal Wide e il vento prende forza…ora in piena forza 7 …ulteriore riduzione…un fazzolettino, ma si fila sempre a 7/8 nodi.Facciamo alla fine una media di 6 nodi.
Caletta Greenpeace e'ben ridossata da nord e nord ovest…ma non bene da nord est, bisogna mettersi in un angolo sulla dritta entrando per ripararsi un po'dal nor est che ora soffia davvero gagliardo …25/30 nodi fissi…piu'le raffiche.Non si riesce ad arretrare nel dentino con sto vento al traverso, bisogna quindi ancorarsi prua al vento in 5 metri di fondo , farsi trascinare verso riva in 4 metri e poi tonneggiarsi sulle cime…nel far cio'pero', la frizione del verricello che non era stata serrata bene questa mattina, quando cominciamo ad arretrare la catena comincia a filare in caduta libera, con il vento che spinge alla grande la barca.Ora che siamo riusciti a stringere la frizione erano gia'andati in acqua 40 metri…per fortuna ci siamo fermati prima della riva, poteva essere un disastro annunciato se andavamo a toccare col timone in retro..Dopodiche'portando una cima a terra a 90 gradi sulla sinistra, col winch ci siamo tonneggiati entrando un po'nel riparo del dentino e coprendoci almeno dal mare, abbiamo poi portato una cima da prua a terra per non far lavorare l'ancora col vento al traverso, last but not the least la cima di dritta di poppa a terra.Ora siamo protetti dal mare …il vento ci arriva al traverso ma non e'terribile, lavorano praticamente le due cime di sinistra di poppa e di prua, l'ancora e'rilassata.La barca sente un po'di onda di risacca al traverso, ma non e'terribile, questa notte ulteriore rinforzo…sperando che continui la rotazione verso nord, ci sentiamo pero'piu'tranquilli cosi'con le due cime che lavorano e l'ancora di back up.
Tra l'esposizione al forte vento al timone, la pioggia mista a ghiaccio e il tonneggiamento con il winch contro 25/30 nodi , alla fine ci sentiamo tutti ammaccati come essere passati sotto un camion a rimorchio.Alle 21:00 gia'sotto I caldi piumini a letto avvinchiati alla aguatera

BV Angelo e Antonella on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

Nessun commento:

Posta un commento