mercoledì 1 novembre 2017

A Suarez

31 ottobre 2017

Ieri giornata superbusy, in mattinata panificato…il miglior pane mai fatto ..ever, fatto gasolio dalle taniche, fatto bucato al fiumiciattolo, pomerigio con la bassa marea le rive si espongono e ci siamo fatti una super passeggiata …anche se tra I ciotoli…ma sempre una bellezza camminare.Poi abbiamo pensato perche'non fare un salto col dinghy a motore fino alla laguna. Detto fatto abbiamo preparato il dinghy …sicuri che il motore partisse dopo le riparazioni di tempo fa'….ma nisba, il motore non ne vuole sapere di collaborare.Ancora problemi con l'alimentazione, alla candela arriva corrente, ma la benzina non arriva al pistone.Riporta su il motore e fissalo al centro del pozzetto e rismonta il carburatore lilipuziano dove avrebbero fatto comodo dita da pianista e non da rude ex lavoratore petrolifero.Apro la vaschetta del carburatore e trovo residui tipo cera, ci avevano avvertito della pessima qualita'della benzina…magari il freddo aiuta.
Pulisco, rimonto e sembra che a secco vada, rimettiamo in acqua…non ne vuole sapere…riporta in pozzetto, smonta il serbatoio e rimuovi tutta la benzina, rabbocco con quella della tanichetta…anche se non mi sembra messa poi meglio.Insomma alla quarta volta che lo mettevamo in acqua finalmente il motore parte e fa'il suo dovere…non so'per quanto visto la pessima qualita'della benzina…distributori vicini…NIL, forse se va'bene tra 300 miglia a Puerto Eden troveremo qualch'uno che ha stivato della benzina in qualche tanica e ce la vendera'….ma sara'una schifezza peggio della nostra, considerando che l'ultima volta che siamo passati ci hanno rifilato mezza tanica di acqua dentro al gasolio…fortuna che filtriamo sempre tutto prima di mettere nel serbatoio.Primo distributore vero a 700 miglia.
Siamo stanchi ammazzati, proviamo alle 20:00 a prendere il bollettino…ma non c'e'verso, non si becca su nessuna frequenza, riproviamo all'imbrunire verso le 21:30 e finalmente possiamo dare posizione e prendere il bollettino.Si decide la partenza per il primo novembre, oggi c'e'un movimento strano al capo…e I grib ogni tanto danno delle bolle inspiegabili rivelatosi poi buchi del sistema.
Bene finalmente verso le 22:00 si va'a letto …finalmente una notte tranquilla.
A mezzanotte …manco dovessero rientrare con Cenerentola sentiamo il rumore di un grosso motore nella baia, schizziamo fuori e abbiamo di prua un albero di natale …verde e rosso, luce gialla e un faro da 10000 watt che scandaglia ….porca put….na, questo e' grosso, e'un peschereccio d'altura che viene all'ormeggio per fare acqua.Perche'nel frattempo abbiamo scoperto che gli industriosi pescatori cileni …davvero tanto di cappelo, hanno portato un tubo di politilene lungo 3/400 metri da 2 pollici lungo il ruscello, alto abbastanza da poter avere la prevalenza per riempire I serbatoi, poi in vicinanza della baia hanno ficcato un tubo da 1 pollice dentro all'altro e lo hanno sigillato con nastro vulcanizzante, poi il lungo tubo da 1 pollice lo hanno supportato con vari galleggianti e lo lasciano ormeggiato a un piccolo barchino di legno , Leonardo da Vinci ne sarebbe fiero.
Cosi'loro arrivano vicino a riva scendono sul barchino , prendono il tubo e fanno acqua.L'unico impedimento in tutta l'operazione e'il nostro cavo di dritta che gli impedisce di arrivare al tubo.Mi catapulto sul dinghy , mentre Antonella cerca di capire parlando con quelli del peschereccio , che manovra hanno intenzione di fare.Mollo il cavo da riva e Antonella lo fa'su'alla brutta in pozzetto …piu'di 80 metri…un bordello di cima daperttutto.
Finalmente passano ….miiii..se sono grossi, si tonneggiano sulla loro ancora di poppa che hanno mollato all'ingresso della baia e arrivano di prua vicino al tubo dove prendono uno degli innumerevoli cavi latenti e mettendo in forza la loro ancora sono fermi, a quel punto portiamo il nostro cavo di dritta sulla loro poppa per non derivare a terra."A che ora partite domani "gli chiedo …"alle 6". Usti . Faccio tempo a risalire in barca che vediamo arrivare un altro albero di natale…con rotta dritta sul nostro gavitello, io corro a prua e illumino il gavitello con la torcia, mentre Antonella al VHF li avverte della boetta …rispondo .grazie l'abbiamo vista.Anche loro cavo di poppa e se ne vanno in andana con il primo."A che ora partite domani mattina " chiedo "alle 5:30". Azz…si sono fatte gia'le due …mica rimasto molto da dormire.
Alle 5:30 puntuali come il Big Ben il primo mette in moto e con una manovra davvero elegante …rimango sempre impressionato da come manovrano sti mezzi in legno in cosi'poco spazio , si ruota e recuperando l'ancora dal fianco se ne parte…per sicurezza io a prua a illuminare il gavitello.Alle 6:00 …precise il secondo mette in moto, mollano il nostro cavo e ce lo legano ad uno dei mille cavi flottanti, e con la stessa manovra se ne vanno …grandi salutoni di arrivederci e finalmente ce ne possiamo tornare a letto, dobbiamo dire che finora tutti I naviganti incontrati , pescatori , o su barche da lavoro, sempre tutti gentilissimi e cordiali, ma che nessuno si sia arrabbiato perche'magari ci eravamo legati a qualche cavo non nostro.
Qua'tra vento, ancore , cime e pescatori le nostre ore di sonno si sono ridotte drasticamente…ma va'bene cosi',in fondo e'una vita che ci piace e ci siamo scelti …mica ce lo ha ordinato il dottore.
BV Angelo e Antonella on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

Nessun commento:

Posta un commento