mercoledì 10 gennaio 2018

In navigazione verso le Falkland

6 gennaio 2018
Insieme alla befana…ci siamo alzati alle 4.30 per sistemare la barca, issare il tender e assicurarlo a prua, togliere camino stufa, preparare il letto in dinette per le guardie e …tutto il resto.Il vento gia'dalle 3 ha mollato…ora speriamo che il mare si tranquillizzi un po'.
Usciti dalla baia ci aspetta il marone lungo dopo la buffata…doppiamo Capo Buon Successo …ma siamo I anticipo sulla marea…in anticipo per dire, perche' per fare lo stretto con la marea crescente bisogna comunque fare tutto il primo pezzo con marea contro…quindi ce la prendiamo con calma e con I nostri due nodi sindacali cominciamo a risalire Le Maire.Al traverso di Baia Buon Successo per scrupolo chiamiamo la stazione Argentina che dovrebbe monitorare e aiutare alla bisogna chi passa da sto fetentone di stretto.Risponde un ragazzotto…per me preso dal primo bar di Buenos Aires, non sa'di cosa stia parlando, gli si chiede il pronostico e ci dice delle cose asurde compreso una ipotetica burrasca proveniente da SW.Ci da'l'orario di marea sbagliato, non ha la piu'pallida idea di quando e'meglio affrontere lo stretto, poi si dilunga a chiederci informazioni sulla barca e noi, alla fine conclude augurandoci un buon viaggio e di navigare in sicurezza.Al che ci siamo fatti una grande risata, se uno dovesse navigare sicuro con le informazioni fornite…andrebbe a scogli un giorno si e uno no'.Per fortuna che abbiamo gli orari giusti di marea e ogni 6 ore scarichiamo il bollettino…almeno I Cileni sono un po'piu'seri in queste cose.
Nello stretto anche complice una brezza da NE e onda lunga contro marea si ballonzola finche sta benedetta marea gira e cominciamo a filare a 6-7 nodi e in un battibaleno siamo fuori dallo stretto…fuiii anche questa e'fatta.
Il resto un alternanza di poco vento , circa a meta'strada veniamo chiamati via radio da una nave a 6 miglia dvanti a noi, ci avverte che stanno trainando un altra nave e hanno 3 miglia di cavo in acqua, stanno ruotando e ci consiglia di modificare la nostra rotta da 054 a 040…cosa che prontamente facciamo…santo AIS …molto comodo in questi frangenti.Finita la loro rotazione ci richiamano dicendo che possiamo ritornare in sicurezza sulla nostra rotta iniziale di 054…saluti e buona navigazione.
Sapevamo fin dall'inizio che arrivati sotto le Falkland ci avrebbe investito una depressione, e cosi'e'avvenuto a circa 45 miglia dalla costa. Noi con rotta 054 la depressione entrante da NE…quindi sul naso, avevamo gia'discusso la cosa e ci siamo orientati per nord, in maniera da prendere I mare al mascone e dare tempo alla depressione di ruotare da nord e poi nord/ovest.Fissi 30/35 nodi …il mare di conseguenza.Abbiamo virato poi al giro da nord e proseguito tutta notte col nor/ovest e poi ovest …un po'basonati in particolare col mare al traverso…vita triste a bordo.Poi finalmente di prima mattina la rotazione da sud ovest , nel frattempo cielo blu terso sole e delfini a festeggiarci.Il tipico giorno da sogno che si vorrebbe essere in mare,vento alle portanti e sole e cielo blu.
Come da programma il vento rinforza a 30 e passa nodi…ma va bene cosi', siamo di poppa e si vola.Arriviamo al faro di Porto Stanley…un icona, entriamo attraverso il Narrow e ci troviamo davanti la citta di Stanley…bellissima dal mare, tutte case basse con tetti di colori diversi…uno spettacolo.Chiamiamo Stanley Port Control e ci danno le dritte su dove metterci in attesa che si liberi il pontile pubblico…purtroppo ora occupato dai tender che trasportano I barbari delle crociere…a dir la verita'sembrano piu'pecore in fila all'ovile.Ancoriamo davanti al pontile per aspettare le 18:00 che si liberi il pontile per poter fare venire a bordo I Customer.Nel frattempo chiamiamo un cantiere dove hanno a disposizione un paio di posti barca , ci dicono di andare su bito e che ci pensano loro a dirottare I Customer direttamente in cantiere…quando si parla dellórganizzazione inglese non sono mica brustoline.Facciamo in tempo ad ormeggiarci con due del cantiere che ci danno una mano che cé'gia'la signora del Customer che sale in barca con I documenti, di una gentilezza infinita, ci da'anche delle buste gialle dove mettere I nostri rifiuti che verrano poi raccolti da un incaricato che pensera'a smaltirli appropriatamente per impedire la diffusione di semi o altre cose alimentari inportati da un altro paese.In 5 minuti ci fa'le pratiche nel pozzetto di Stranizza, timbro al passaporto e ….finito, ma come non ci da'nessun pezzo di carta ? Noi ormai abituati all'accumulo sconsiderato di scartoffie nel Sud America , ci sembra di sognare …la burocrazia ridotta all'osso.Oltretutto se vogliamo andare a visitare le isole intorno non c'e'bisogno di tornare a Stanley per le pratiche di uscita, fanno tutto all'inizio e poi basta avvertirli quando usciamo dal paese, questa e'civilta'.Siamo ora attaccati ad un pontone galleggiante, ormeggio , luce e acqua alla folle spesa di 3.93 sterline inglesi al giorno…poco piu'di 4 euro…il piu'economico marina del mondo.
Ogni tanto ci guardiamo e ci ripetiamo "ma siamo alle Falkland", quasi non ci crediamo, una ambita meta per noi …velisti della mortadella.Dico cosi'perche'si incontrano tanti tipi di velisti, da queste parti ,comune quelli che sono 30 anni che navigano…poi vai a scaver un po'e hanno navigato per trentanni in Pacifico tra un isoletta e l'altra , quando gli si propone "perche'non venite con noi alle Falkland ? " Fanno delle facce …come dire , siete matti ?Ebbene si'lo siamo e facciamo cose che per noi sembrano normali, ma poi parlandone ci accorgiamo che facciamo delle cose veramente eccezionali con una piccola barchetta in giro per parti del mondo che per molti rimarranno solo e unicamente un sogno nel cassetto mai realizzato, mentre noi cavalchiamo il sogno e ce lo viviamo.
Il posto e'oustanding, al momento con sole e cielo blu , il pontone e'collegato a terra con un grande ponte di ferro, dall'altra parte la Lighthouse Seafarers Mission, una bella casa in legno atta a ricevere tutti I naviganti del mondo e offrirgli un po'di sano relax.Allínterno una grande sala con poltrone e divani in pelle riscaldata, libri e riviste a disposizione, bagni splendenti con doccia calda, sala lavatrice, tavolo da biliardo , calcetto e tanto altro ….che voi ci crediate o no….tutto gratis , con nessuno che fa'la guardia per paura che qualcuno freghi qualcosa …tutto a disposizione sulla fiducia delle persone ….amazing Falkland.
BV Angelo e Antonella on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

1 commento: