martedì 3 ottobre 2017

Aspettando il carciofone

2 ottobre 2017
Ancorati a Juan Yates
Siamo ancora all'ancora a Juan Yates, il tempo e'in peggioramento e questo e'l'ancoraggio piu'sicuro in quest'area.
Ieri non c'e'stato male, per un paio d'ore abbiamo anche avuto il solino…ma era piu'di 12 ore che pioveva a dirotto con raffiche a 25/30 nodi. Ci siamo resi conto anche che l ' ancoraggio non era dei migliori, quindi abbiamo aspettato un oretta prima del tramonto, quando tutto il mondo si tranquillizza fino al buio, per mollare cime cimette e cimuzze per spostarci di 3/400 metri verso ovest, dove abbiamo trovato un riparo piu'adeguato…speremo.
Ora siamo con due cime di poppa agli alberi, 50 metri di catena in 9 metri di fondo, e una cima da 150 metri sulla prua che va'ad agganciarsi ad un isolotto, dovremmo essere ok, ma il condizionale e sempre valido.
Domani aspettiamo un carciofone da forza 8 e +, con pressinoene minima a 981 mB , sembra che poi se la prenda comoda e continua per mercoledi fino a giovedi', si comincia a vedere qualcosa il venerdi'.Comunque vediamo gli sviluppi, martedi'di sicuro non ci muoviamo…vediamo come gira mercoledi'.
Il morale e'alto, abbiamo trovato anche il tempo per una doccetta calda.
Per cercare di fare andare la stufa anche sotto raffica abbiamo costruito la cosidetta "Linea Maginot", due mezzi marinai collegati alle sartie basse con un telo avvolto, in maniera da creare una barriera alle raffiche se no'ci "svampa" la stufa con conseguente fumo e puzza di gasolio.Pur il sistema essere molto lontano dalla perfezione, sembra che in qualche maniera minimizza il problema….ma non poi tanto, le raffiche catabatiche anche influenzate dalla geografia girano a 360 gradi, anche per pochi millisecondi…ma sufficente per spingere il fumo giu'dalla ciminiera e svampare la stufa, niente di nuovo, quando abitavo in campagna col camino c'era sempre lo stesso effetto.
Ieri siamo riusciti anche a fare due passi a terra, il problema che avevo montato il fuoribordo sul dinghy perche'la distanza era abbastanza, ma il motore non ne ha voluto sapere di partire.Mesi fa'ci era caduto in acqua in un atterraggio, aveva toccato in basso e si era sfilato dal supporto, non aveva fatto tempo neppure a sommegrsi interamente e poi e'stato lavato prontamente con acqua dolce, asciugato e rimesso in moto sembrava tutto ok.Dovrei smontare la candela e vedere se per caso si e'ingolfato….ma col fatto che non usiamo il motore da mesi e mesi..non ci ricordiamo piu'dove abbiamo messo il kit di riparazione con annesso la chiave da candela …sig !!Sembra impossibile ma anche in una piccola barca e'possibile perdere le cose, anche se ci sforziamo con liste e contro liste…ma alle volte si spostano le cose e ci si dimentica di fare l'update.
Nel frattempo e'da ieri notte che piove a catinelle…direi ormai 15 ore no stop, ce ne stiamo al calduccio, io con I miei libri , Antonella con le sue matite e I suoi colori , abbiamo due hard drive pieni di film…ma non ci piace guardare i film in barca …preferiamo la nostra fantasia e il rumore del vento e del mare, poi basta tirare fuori la testa dal tambuccio per vedere, leoni marini, delfini, cormorani, pinguini, ostrero, euna quantita'varia di uccelli…insomma molto meglio di un film.

BV Angelo e Antonella on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

Nessun commento:

Posta un commento