sabato 22 ottobre 2016

Siamo in Patagonia !!!!!

10-2016
Puerto St.Elena
44.30 S 065.21 W

Nottata tranquilla con pochissimo vento , velocita di crociera a motore max 3 nodi, per arrivare all'appuntamento con la luce e marea entrante a Puerto St.Elena.
Alle 07:30 local time ci presentiamo davanti alla bellissima baia …fino ad un paio di miglia vento zero come da previsione…poi piu' ci avviciniamo e piu' aumenta da SW…le previsioni davano un SW debolissimo 4/5 nodi, all'ingresso nella baia ne abbiamo 20/25 sotto raffica, mare poco per via del poco fetch…ma sempre fastidioso al momento dell'ancoraggio con marea che spinge da dietro, in piu' calcoli e contro calcoli sulla marea con escursione di 4.7 metri, noi vogliamo ancorarci in 3-4 metri con la bassa nella baia di NW, ci potremmo mettere in quella di NE dove ci si puo' accedere solo con barche a deriva mobile dove il fondo arriva a 1.8 mt in bassa…ma non ci piace troppo stare in bassi fondali con deriva e timone sollevato circondati da rocce…se qualcosa va' male c'e' poco spazio di manovra e poco tempo a disposizione, quindi preferiamo la baia di NW piu' larga e stare in 3-4 metri .
La visione e' spettacolare, cielo terso sole abbacinante e colline dolcemente ricoperte di erbetta verde, a terra si intravedono pecore libere devono essere dell'unico insediamento nel giro di 30-40 miglia, una fattoria a circa 3 km da qui'.
Prima dell'ingresso diligentemente chiamiamo Lima 4 Bravo, la prefectura di Camarones, un piccolo porto pescatori in disuso a circa una ventina di miglia in linea d'aria.
Sono gentilissimi …eh ,eh, eh …far parlare una donna alla radio in una terra di gauci incute rispetto, ci chiedono le solite cose, posizione rotta , ETA, e di richiamare una volta all'ancora, ogni mattina poi dobbiamo richiamare alle 08:00 per fargli sapere se tutto va bene.
Onestamente qua' non mi sembra un sistema troppo invasivo, in fondo qua' si e' da soli, non c'e' nessuno per chilometri e chilometri, in caso succeda qualcosa bisogna arrangiarsi con i propri mezzi…e mare e vento qua' spingono di brutto.
Con i calcoli e il grafico di marea buttiamo l'ancora in circa 6 metri , con i 40 metri di catena una volta che l'alta arriva al suo apice , con la barca finiamo in 6.9 meno i 4.7 della bassa arriveremo in circa 2.2 metri …sufficienti anche tenendo il timone giu'.
Finito l'ancoraggio diverse piante enormi di Skelp avvolgono la catena, mi preoccupo di spostarle con un lungo mezzo marinaio fatto apposta….ma mi rendo subito conto che queste non sono vaganti ma sono proprio piante che crescono sul fondo lunghe anche una decina di metri e oltre.
Questa volta do' il calumo giusto al grippiale…ex bidoncino del detersivo rosso, cosi'una volta finito l'ancoraggio posso triangolarlo e inserire il WP corretto per inserire l'anchor watch in OpenCpn, sarebbe piu' semplice inserire il WP direttamente quando si cala l'ancora…ma con vento , io ad estrema prua a calare catena e Antonella al timone…non c'e' tempo per scendere e inserire il WP nel PC di navigazione…ma va' bene anche cosi'.
SIAMO FINALMENTE IN PATAGONIA, dopo tanti anni a sognare , ad organizzare, a studiare…finalmente il sogno diventa realta', paesaggi da favola…in giro neanche un anima…non esistono charter, baie deserte, studio continuo del meteo e le sue variazioni, mare ricco di fauna , uccelli, foche leoni marini, balene…insomma ancora un paradiso in terra, un posto che da subito Antonella ed io amiamo immediatamente.
E' tutto duro e un lavorio continuo,qua' nessuno regala niente, e se si fa'un errore lo si puo' pagare a caro prezzo, non si puo' mollare mai con la testa…ma lo merita veramente, ci sembra gia' un posto favoloso….e siamo appena all'inizio.
Ora staremo qui due o tre giorni dipende sempre dal meteo, non vediamo l'ora di scendere a terra e farci una bellissima camminata intorno…non oggi, siamo ancora sonno deprivati dalle tre notti di navigazione , la barca da risistemare, la bellezza di una doccia calda in barca …insomma i piccoli grandi piaceri dopo una navigazione intensa quando si arriva in una bella baia e si cala l'ancora e oggi ci va' di godercela cosi', e di farci i complimenti da soli per questo grande personale successo.
Appena ci riprendiamo un po' e il vento gira dai settori nord e quindi consente piu' riparo alla barca ci faremo una bella scarpinata, ci sentiamo un po' come Cristoforo Colombo quando mise piede a terra dopo un viaggio incredibile.

BV A&A on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

1 commento:

  1. Complimenti A&A …
    Ora vivrete il sogno e Noi con Voi… alla grande ..In PATAGONIA ..
    Vi accompagno virtualmente e uso “Panoramio” per avere un’idea dei luoghi dove vi rifugiate .. Dalle poche fotografie disponibili si intravvede una terra incontaminata quasi senza insediamenti umani, dove pimguini, foche e leoni di mare sono i soli turisti .. mi immagino quante belle emozioni state vivendo Voi che entrare in punta di piedi in queste terre proiettate verso gli estremi del nostro mondo ..
    Buon Vento
    Dino

    RispondiElimina