lunedì 17 ottobre 2016

Il Gordo

San Blas
Ancorati davanti al paese.
40.33 S   062.13 W
ore 17:50 UTC
Dopo una notte di pioggerella che ci ha regalato una ventina di litri d’acqua nel dinghy, e che noi poi filtrando con filtri da caffe di tela fine abbiamo rabboccato il serbatoio, siamo pronti per scendere.
Ieri sera siamo riusciti a scaricare a maleappena la posta sul cell Argentino e ci troviamo due e mail del 12 ottobre della prefectura di Commodoro Rivadia super preoccupati chi ci chiedevano urgentemente la nostra posizione , che meteo avevamo e altre informazioni, perche’ super preoccupati della bassa perturbazione in arrivo sapevano che eravamo partiti da Mar del Plata con destinazione Puerto Deseado e non sapevano dove eravamo.
Spero che non avessero gia’ inviato un elicottero per venirci a salvare.Abbiamo capito che qua’ non si scherza, le prefecture sono molto allertate, perche’ ci sono stati moltissimi incidenti in particolare con barche a vela....pero’ ogni tanto mi sembra che esagerano un po’ con sto babysitting.
Ogni volta che si  riparte da un porto nella documentazione che si prepara bisogna sempre lasciare un e mail, un cellulare possibilmente argentino e un numero di un amico a terra dove poter essere contattati se qualcosa va male , in piu’ almeno ogni giorno bisognerebbe contattare la prefectura piu’ vicina via VHF per dirgli la posizione.
Comunque ieri sera eravamo non poco preoccupati, che questi avessero gia’ fatto partire i soccorsi, anche se noi il 14 all’arrivo a San Blas avevamo contattato la prefectura locale e dato la nostra posizione...ma evidentemente qualche volta la mano destra non sa’ quello che fa’ la sinistra.
Comunque stamattina presa tutta la documentazione, infilati gli stivaloni da pescatore ci siamo avventurati alla discesa col dinghy.Fortuna che alle 9:30 c’era la stanca di marea. Perche anche se solo a 100 metri da riva col dinghy a remi con la corrente a 4 nodi non e’ semplice.
Arriviamo alla riva , tutto acciottolato , la riva e’ profondissima , riusciamo a scendere senza bagnarci poi dobbiamo trascinarci il dinghy su per la riva di 3 metri quasi in verticale, poi farne altri 4/5 per  poterlo legare a dei sedili da pic nic in cemento...na fatica.
Visitiamo la prefectura e spieghiamo il problema , telefonano a Commodoro Rivadia per dirgli che siamo sani e salvi...speriamo che non ci addebitino l’elicottero J.
Con l’antenina amplificatrice avevo visto sul PC un wi-fi chiamato “Autoservicio Il Gordo “ , con la mia ignoranza penso sia un autoricambi di auto....perche si chiami il grasso (Il Gordo)pero’ non capisco ,mi affaccio e lo vedo proprio davanti, mi studio una strategia per potergli carpire la password, penso di mandare avanti Antonella con la sua faccia angelica e farle chiedere la password con il cellulare in mano dicendo che deve spedire una e mail importantissima se possono passargli la password.
Entriamo e ...non e’ un autoricambi...ma un supermercato !!Ok ancora meglio compriamo un po’ di pane e il ragazzotto ci dice di rivolgerci alla padrona per la password.
Penso questa non ce la da’ nenache se piangiamo in arabo, andiamo alla cassa e faccio un cenno ad Antonella per farle cominciare la commedia alla napoletana....lei ...per fortuna ..e’ una persona onestissima e non pensa mai alla maniera truffaldina come faccio io e quindi dice semplicemente alla cassiera”mi puo’ dare la password del wi-fi?” Alla’ penso io , col fischio che ora glie la da’, invece col sorriso sulle labbra glie la scrive su un pezzetto di carta e dice “dovreste prenderla bene anche dalla barca”....sono stranito, io che penso sempre alle peggiori vie tortuose e...invece basta chiedere direttamente ....che vergogna!!!!
Il paesino cosi’ fuori stagione e’ molto carino, solo la costiera un po’ asfaltata, le strade che vanno all’interno tutto in sterrato, in estate pero’ si popola di pescatori, sembra che qua’ sia il paradiso del pescatore, nella piazzetta al posto dei soliti generali hanno messo la statua del pescatore, sembra che qua’ pescano tutti ...fuorche’ noi.

Se Antonella ce la fa’ postera’ poi qualche foto.


BV A&A on S/Y Stranizza via internet ...del  “Autoservicio Il Gordo”

Nessun commento:

Posta un commento