domenica 3 dicembre 2017

da Mussel a Felix

Data : 2 dicembre 2017
Ancoraggio : Caletta Felix
Posizione : 54 01.3000 S 071 41.4000 W
Miglia oggi : 37
Ancoraggi fatti : 36
Vento forza : 5/6
Direzione vento : W/SW
Giorni in navigazione : 77
By Angelo

Dormito pochissimo durante la notte per via dell 'ormeggio al cavo, e un po'il timore che girasse il vento e ci sbattesse al di la'del cavo e un po'il pechereccio di fianco che ogni tanto ci percuoteva la fiancata sinistra...alzati comunque alle 04:30 . Partiti presto perche'come tutti i giochi di abilita'dobbiamo passare ancora tre livelli di difficolta'. Il primo e'il Passo O'Ryan nello stretto canale di San Pedro ...oltretutto canale dove non potremmo navigare perche'interdetto alle barche a vela e non autorizzato dall'Armada...a rischio di beccarsi un multone e essere costretti a tornare indietro.Il secondo livello e'il passaggio dal Canal Cokburn dove essendo comunicante direttamente con il Pacifico ci si puo'aspettare di tutto e di piu'.
Canale famoso dove Slocum venne risputato dentro da una tempesta sfiorando di notte i famosi scogli della Milky Way.
Il terzo il Canale Ballenero, anche lui esposto alle influenze oceaniche.
Tornando al primo , dato dal fatto che ieri eravamo dovuti andare a ridosso per il troppo vento e perso preziose miglia in avanzamento, oggi abbiamo una lunga navigazione con una piccola finestra da prendere al Passo O'Ryan le slack in HW ,se si sbagliano i tempi ci si trova con 8 nodi di corrente contro, .Il meteo ci da'ovest inizialmente forza 4 ...che in qualche maniera rispetta, a parte i 4/5 groppi tosti che ci arrivano addosso, ma il problema sorge quando imboccato il Canale San Pedro il vento gira da SW ...come doveva ...ma rinforzando a 30 nodi.... che non doveva.
30 nodi sul naso che alzano anche onda nello stretto canale, dopo 3 miglia ci troviamo ad avanzare a 1.7 nodi....ormai abbiamo perso la finestra delle HW.
Decidiamo cosi'di arrancare ancora 3 miglia per raggiungere caletta Felix e pernottare li'.Caletta quasi "scavata"nella roccia di un gran montagnone, bisogna arrivargli proprio al traverso a pochi metri se no'si rischia di non vederla.
Non abbiamo pianetto dell'interno, anche sulle carte ...tutto sfalsato, descrizione dei portolani un po'vaga,dove secondo loro dovrebbe essere pieno di cavi di pescatori e trovare una gran folla.
Entriamo ed e'ben a ridosso,non c' e' un singolo cavo nenache a pagarlo e non c' e' nessuno . Ci dirigiamo verso il fondo ....quando il fondo cala vertiginosamente....allarme di basso fondale ....bang...timone che tocca e perfora il dischetto di protezione della pompa idraulica...poco male timoniamo con il timone in orrizontale.Vediamo il fondo a neanche un metro sotto di noi.
Ci spostiamo piu'verso l'esterno della baia e giu'in 15 metri arretriamo a riva e "La dama delle cime "porta le due cime di poppa.Il posto e'bellissimo e peacefull , un bel sole ci scalda le ossa anchilosate ..per oggi e'fatta. Domani proveremo a prendere le slack a LW...sperema ben.
Nel canale dello Stretto di Magellano abbiamo fatto i primi avvistamenti di balene ...sono tornate..., ne abbiamo visto almeno tre a neanche troppa distanza....sempre una meraviglia che fa'battere davvero forte il cuore e compensa ampiamente di tutte le difficolta' che viviamo giornalmente.
Se non finiamo in galera per transito non autorizzato ...ci sentiamo domani.

BV Angelo e Antonella on S/Y Stranizza via radio SSB

----------
radio email processed by SailMail
for information see: http://www.sailmail.com

1 commento: