domenica 28 maggio 2017

Stranizza in secco



Si aspetta l' alta marea di 6 metri per poter entrare in buca ed alare








Grazie all' acqua fredda la carena non e' messa male, solo un po' di limo, pur con tutto il motore fatto c'e' ancora un po' di antivegetativa sill'elica.





Visto che ci abiteremo in secco per i prossimi 20 giorni, e' una buona idea metterla a livello prima di taccarla.







Appoggiata su due pezzi di legno....un po' troppo bassa, ma non si poteva fare di meglio .Come al solito siamo sempre i piu' piccoli e....i piu bassi.







                                               Scala alla Wanda Osiris, almeno non ci dobbiamo                                                                                    arrampicare su scale instabili




Smontaggio e sostituzione guarnizioni del pistone idraulico del timone.





La connessione dello scarico della marmitta e' sempre piu' corrosa dato anche dal fatto che e' sempre sott'acqua.




                                      A mali estremi, estremi rimedi, facciamo saldare una piastra sul                                             vecchio foro , e sposteremo il nuovo scarico sopra la linea di galleggiamento



                                                   
 Non che sia venuto un superlavoro con la piastra...ma questi i saldatori che si trovano da queste parti, una volta coperta dal primer e dall' antivegetativa andra' un po' meglio...spero.

.


Si comincia a carteggiare con la rotorbitale per poi dare l' antivegetativa a fine inverno , verso meta' agosto, intanto ne approfittiamo per un giro in Europa...in aereo questa volta.
















Nessun commento:

Posta un commento