domenica 27 agosto 2017

Certificazione zattera


By Angelo

Dopo 4 anni abbiamo deciso che era venuto tempo di certificare la zattera, di fatto era gia' scaduta l'anno scorso, ma per l'impossibilita' di trovare stazioni che potessero certificarla ce la siamo tenuti come era.
A Puerto Montt, dopo vari giri abbiamo trovato una ditta disposta a aprirla e certificarla, ci hanno permesso di assistere all'apertura al gonfiamento e alla verifica di tutto quello che c'era dentro.
La normativa Cilena per le zattere e' abbastanza restrittiva...ma del resto guardando il territorio in cui si muovono ne hanno tutte le ragioni.Ogni anno devono certificare il tutto, tutto deve stare dentro la zattera , alimenti acqua, razzi ecc...La difficolta' inizia con zattere come la nostra ...piccole e con all'interno un pack minimo senza alimenti e acqua...e non ce neppure lo spazio per mettercele, perche' normalmente teniamo il resto nella grab bag.Dopo varie discussioni e conversazioni, siamo riusciti a fare mettere solo il necessario all'interno e il resto fuori.Ci sono poi dotazioni separate, quelle che vanno all'interno della zattera e quelle per la barca in se', alla fine uno che fa' offshore si deve riempire di razzi che ci puo' fare la festa di Sant Antonio...ma del resto paese che vai usanza che trovi.



La nostra piccola zattera in confronto con le grandi dietro




Tolto il guscio ..non rimane molto





Si rimuove la bombola a Co2 dal dispositivo di sparo


Si stende la zattera


Si gonfia con un compressore per testarne l'integrita'


Si gonfiano i vari scomparti stagni, fino ad elevare il tettuccio





Il minipack presente all'interno 


L'ancora galleggiante


Le fascie sotto per aiutarsi a ruotarla


Cima per raggiungere l'uomo a mare




Nessun commento:

Posta un commento